Iscriviti alla newsletter

Chi sono


Neonazismi: manifesti antisemiti a Garbagnate. Presentata un’interrogazione

Neonazismi: manifesti antisemiti a Garbagnate. Presentata un’interrogazione

Ho presentato un’interrogazione al Ministro dell’Interno in merito all’ultimo e gravissimo caso di propaganda politica a sfondo razzista verificatosi a Garbagnate, dove nei giorni scorsi sono apparsi dei manifesti  aventi ad oggetto propaganda nazista e firmati dal gruppo di estrema destra Nsab, ossia “Movimento nazionalsocialista dei lavoratori”. Il gruppo Anpi di Garbagnate Milanese – Cesate, armato di colla e pennelli, ha

Ho presentato un’interrogazione al Ministro dell’Interno in merito all’ultimo e gravissimo caso di propaganda politica a sfondo razzista verificatosi a Garbagnate, dove nei giorni scorsi sono apparsi dei manifesti  aventi ad oggetto propaganda nazista e firmati dal gruppo di estrema destra Nsab, ossia “Movimento nazionalsocialista dei lavoratori”. Il gruppo Anpi di Garbagnate Milanese – Cesate, armato di colla e pennelli, ha oscurato con la striscia “volantino illegale da rimuovere” i manifesti di propaganda nazista  e ha immediatamente denunciato l’accaduto alle autorità preposte e al Centro di documentazione ebraica. Ricordando che tale gruppo di estrema destra è stato già in passato protagonista di altre iniziative a sfondo antisemita, ci chiediamo come sia possibile che si verifichino ancora tali eventi, gestiti da organizzazioni animate da ideali apertamente in contrasto coi principi della Costituzione italiana, e che hanno come propria finalità l’eliminazione delle democrazie per il ritorno di visioni dittatoriali. Per tale motivo chiediamo al Governo come intenda agire per porre finalmente un argine all’avanzata, anche culturale, di movimenti neonazisti e neofascisti.

Per coloro che fossero interessati, qui sotto troverete il testo integrale dell’interrogazione:

Al Ministro dell’interno . — Per sapere – premesso che:
nel corso di questa legislatura si è avuto modo più volte di segnalare al Governo attraverso interrogazioni e interpellanze, i numerosi, gravi episodi di manifesto attacco ai valori antifascisti della Costituzione, inequivocabili segnali della recente avanzata delle nuove destre sul territorio lombardo: dai festival neonazisti di Rogoredo, Castano, Cantù, alla profanazione del Sacrario del San Martino ad opera del gruppo neonazista Do.ra;
venendo all’ultimo e gravissimo caso di propaganda politica a sfondo razzista, verificatosi a Garbagnate, dove nei giorni scorsi sono apparsi dei manifesti sulle panchine, sui muri del centro città e sulla bacheca comunale, aventi ad oggetto propaganda nazista e firmati Nsab, ossia “Movimento nazionalsocialista dei lavoratori”. Si tratta di un gruppo di estrema destra e negazionista, nato nel 2002 e radicato prevalentemente nella provincia di Varese. I manifesti, scritti con caratteri gotici, riportano le frasi: “No all’invasione di immigrati”, “No all’usura”, e richiamano, attraverso una vignetta raffigurante un ebreo, l’odio antisemita. Il gruppo Anpi di Garbagnate Milanese – Cesate, armato di colla e pennelli, ha oscurato con la striscia “volantino illegale da rimuovere” i manifesti di propaganda nazista  e ha immediatamente denunciato l’accaduto alle autorità preposte e al Centro di documentazione ebraica; si ricorda che, già nell’aprile del 2014, erano apparsi in zona Moscova a Milano, alcuni volantini che celebravano il 125° compleanno di Adolf Hitler. Inoltre, nel maggio dello stesso anno, la Digos della questura di Milano concluse un’indagine, dopo aver eseguito, nelle province di Milano, Pavia e Sondrio, quattro perquisizioni nei confronti di militanti del “Movimento Nazionalsocialista dei Lavoratori MLNS – NSAB”, indagati per i reati commessi in violazione della legge 654/75 (c.d. Legge sugli atti discriminatori);

ci si domanda come sia possibile che si verifichino tali eventi, gestiti da organizzazioni animate da ideali che ad avviso degli interroganti si contrappongono chiaramente ai principi della Costituzione repubblicana, e che hanno come propria finalità l’eliminazione delle democrazie per il ritorno di visioni dittatoriali –:
quali iniziative di competenza il Governo intende mettere in atto per porre finalmente un argine all’avanzata, anche culturale, di movimenti neonazisti e neofascisti che si pongono apertamente in contrasto con i valori della Repubblica.

admin
ADMINISTRATOR
PROFILE

Ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter

Chi sono