Iscriviti alla newsletter

Chi sono


Missione in Marocco come Presidente dell’Unione Interparlamentare Italia-Marocco

Missione in Marocco come Presidente dell’Unione Interparlamentare Italia-Marocco

Nella giornata di martedì 16 ho incontrato il Ministro dell’istruzione Mohamed Hassan per capire come implementare i rapporti tra i due Paesi rispetto ai temi della formazione professionale, dello scambio culturale e della deradicalizzazione. Successivamente la delegazione del gruppo interparlamentare Italia-Marocco, impegnata in una visita a Rabat dal 15 al 19 maggio, ha partecipato alla

Nella giornata di martedì 16 ho incontrato il Ministro dell’istruzione Mohamed Hassan per capire come implementare i rapporti tra i due Paesi rispetto ai temi della formazione professionale, dello scambio culturale e della deradicalizzazione.

Successivamente la delegazione del gruppo interparlamentare Italia-Marocco, impegnata in una visita a Rabat dal 15 al 19 maggio, ha partecipato alla riunione, convocata per il rafforzamento della cooperazione tra il Marocco e l’Italia in campo economico, commerciale, culturale e parlamentare, attraverso lo scambio di visite e competenze tra le due istituzioni legislative. Interessante in particolare l’incontro con il presidente della Camera Habib El Malki.

Abbiamo poi effettuato una visita nella regione di Laayoune-Sakia-El Hamra, dove terra’ una serie di incontri con i presidenti del consiglio della regione e il sindaco della citta’ del sud del Marocco. Abbiamo avuto l’opportunità di conoscere l’incredibile avanzamento della Regione di Laayoun dal punto di vista infrastrutturale, sociale, economico e dello sviluppo sostenibile grazie alla forte volonta’ del popolo saharawi orgoglioso della propria identita’ culturale ma pienamente integrato nella visione strategica del Marocco. A Laayoun ho toccato con mano gli importanti investimenti che il Marocco sta facendo nella regione: scuole, campi sportivi, biblioteche, strade, abbattimento di barriere architettoniche. La strada maestra è quella di una maggiore autonomia regionale, non la separazione, come vorrebbe il fronte del Polisario. Quanti Stati o regioni, anche in Italia , vorrebbero staccarsi dalla Nazione? Ma la vera sfida è stare insieme, e trovare le modalità per attuare una vera integrazione!

Alcuni momenti della splendida esperienza presso l’Istituto della formazione degli Imam Mohamed VI. Una struttura dove migliaia di imam (donne e uomini) vengono ad imparare l’Islam e trovano in questa struttura la possibilità anche di imparare un mestiere perche l’autonimia finanziaria, soprattutto in alcuni stati dell’Africa, permette loro di non dover prendere derive sbagliate. Seccndo, inoltre, l’idea di mens sana in corpore sano: ci sono palestre, campi da calcio dove allenarsi. Un’esperienza incredibile! Da esportare. Infatti, dei Paesi europei, solo Francia e Svezia hanno stipulato accordi per mandare gli imam a formarsi in questa struttura. Inoltre, sono talmente avanti che vitto e alloggio è gratuito e viene dato anche un rimborso spese mensile. Cosi si combatte il radicalismo!

admin
ADMINISTRATOR
PROFILE

Ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter

Chi sono