Iscriviti alla newsletter

Chi sono


Gli ultimi incontri di dicembre

Gli ultimi incontri di dicembre

Novembre ha lasciato poco spazio per altro che non fosse il dibattito sul Referendum; dibattito al quale dato il mio contributo con una trentina di incontri su tutto il nostro territorio. Con dicembre, si ricomincia: come sempre, ecco un breve sunto delle iniziative più significative alle quali ho partecipato nelle ultime settimane. Il 1 del

Novembre ha lasciato poco spazio per altro che non fosse il dibattito sul Referendum; dibattito al quale dato il mio contributo con una trentina di incontri su tutto il nostro territorio. Con dicembre, si ricomincia: come sempre, ecco un breve sunto delle iniziative più significative alle quali ho partecipato nelle ultime settimane.

Il 1 del mese, ho tenuto una conferenza stampa per sostenere la fondazione The Bridge, promotrice del selftest per l’HIV, da dicembre presente nelle farmacie italiane. Nella giornata mondiale dell’AIDS, è stato importante ricordarci che non dobbiamo abbassare la soglia di guardia. Come istituzioni abbiamo preso l’impegno di promuovere una mozione parlamentare alla Camera e al Senato per riportare l’attenzione su questo fenomeno e avviare una campagna di prevenzione. Oggi si può prevenire e anche curare. E la diagnosi attraverso il selftest, che si può facilmente trovare ed acquistare in farmacia, può aiutare ad intervenire in modo tempestivo.

A questo link, potrete trovare il video della conferenza stampa alla Camera per sostenere la fondazione.

A metà mese ho poi partecipato, come ogni anno, alla cena dell’AIL (Associazione Imprenditori Lombardi). Il territorio prima di tutto. Bello vedere comunque che, nonostante tutto, ci sono tanti italiani che vanno avanti e che credono che questo Paese sia in grado di competere a livello mondiale.
Il 15 dicembre, mi sono recata alla Farnesina per un importante convegno del CIDU: la presentazione dell’annuario italiano dei diritti umani. Nel contesto della Giornata Internazionale dei Diritti Umani, un fondamentale appuntamento per fare il punto sulla situazione nazionale e internazionale.
Il giorno seguente, ho partecipato poi a un incontro con le attiviste di One, per ragionare insieme sullo stesso tema. Tante giovani donne impegnate nel volontariato per sostenere campagne importanti; dalla lotta alla corruzione al contrasto alla povertà. Siete la speranza del nostro Paese.
Sempre il 16, nel pomeriggio, sono stata in Triennale, per il convegno “Milano in quartieri: modelli di innovazione urbanistica e sociale dagli anni Cinquanta“. Incontro nel quale ho provato a ribadire come sia necessario abbandonare la visione milanocentrica tutt’ora dominante per dare nuovo impulso allo sviluppo della Città Metropolitana. Prima delle risorse, abbiamo bisogno di una rivoluzione culturale che parta dalla politica, affinché cominci a ragionare insieme ad urbanisti ed architetti. Una visione globale di tutta l’area metropolitana è necessaria: viceversa, sia l’integrazione che il recupero delle periferie urbane rimarranno miraggi. Anche in questo caso partiamo dal risultato referendario: la qualità urbana determina la qualità del vivere insieme. Un grazie infine all’amico De Albertis che abbiamo ricordato con grande affetto: una grave perdita per tutti…
admin
ADMINISTRATOR
PROFILE

Ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter

Chi sono